vademecum2

Il Vademecum

Indicazioni per una buona pratica

  • La pratica deve essere svolta a stomaco vuoto, 3 o 4 ore lontano dai pasti. Evitare di bere subito dopo la pratica;
  • Svuotare intestino e vescica prima della pratica, lo svolgimento corretto delle posizioni, agevolerà un corretto funzionamento dell’intestino;
  • Si consiglia un abbigliamento comodo ed elastico, preferibilmente in fibra naturare. La pratica si esegue a piedi scalzi;
  • Si consiglia di massaggiare il sudore sul corpo;
  • È necessario evitare sforzi eccessivi nella postura e nel movimento ed evitare contrazioni del viso;
  • Il respiro deve essere dolce, profondo e forte perché aiuterà i movimenti del vostro corpo;
  • È necessario eseguire gli asana nel loro ordine, poiché ogni posizione aiuta ad eseguire quella successiva per il raggiungimento progressivo della postura corretta;
  • Al termine della pratica è importante dedicare del tempo al rilassamento, che dopo lo sforzo, riconduce il corpo ad uno stato di normalità;
  • La pratica dello Yoga Fly On Air andrebbe effettuata quotidianamente, con un solo giorno di riposo. Questa continuità si raggiunge con il corretto allenamento;
  • È sconsigliata la pratica delle posture invertite alle donne in periodo mestruale ed è meglio, nel caso di esercizio quotidiano, prendersi una pausa nei primi giorni di ciclo.

Mantra Iniziale

Il mantra iniziale diventa una porta di accesso ad un certo spazio interiore, preparandoti per la pratica degli asana con la consapevolezza che ciò che stai per fare va al di là dell’aspetto puramente fisico. In aggiunta, è un modo per esprimere la propria gratitudine verso il lineaggio e i migliaia di insegnanti che hanno trasmesso lo yoga nel corso dei secoli, consentendoci oggi di conoscerlo e praticarlo, nonchè godere dei suoi benefici.

Om
vande gurunam caranaravinde
sandarshita svatma sukha va bodhe
nih sreyase jangalika yamane
samsara halahala mohasahantyai
abahu purushakaram
shankacakrasi dharinam
sahasra shirasam svetam
pranamami Patanjalim
Om

Prego, prostrato ai piedi del Maestro Supremo che insegna
la via per conoscere la grande gioia del risveglio;
lui è il guaritore della giungla,
che sa pacificare le illusioni ed
eliminare il veleno dell’ignoranza dell’esistenza condizionata.
Mi inchino a Patanjali la cui parte superiore ha forma umana,
incoronato da un cobra a mille teste bianche
le braccia che reggono una conchiglia (il suono Divino),
un disco di luce (il tempo infinito)
e una spada (la discriminazione),
oh incarnazione di Adisesa
il mio umile saluto è rivolto a te.
OM

Mantra Finale

Il mantra finale è un’offerta di qualsiasi merito che abbiamo guadagnato attraverso la nostra pratica sul tappetino per uno scopo più alto, aiutandoci a sviluppare amore e benevolenza verso il prossimo.

Svastiprajabhyah paripalayantam nyayena margena mahim mahisah
gobrahmanebhyah subhamastu nityam lokah samastah sukhinobhavantu
OM Shanti Shanti Shanti

OM
Possa l’umanità prosperare
e i potenti della terra governarla
camminando sul sentiero della giustizia,
possa l’universo essere buono con tutti coloro
che riconoscono la sacralità della terra,
e  tutti i popoli della terra vivere nella gioia.
OM  pace  pace  pace,
OM